Seguici su:

Category

Camera di Commercio Molise

Arsdigitalia: l’inizio di un viaggio per la rinascita del Molise

Ars_Digitalia_Molise_logo

ISERNIA – Si è concluso una settimana fa la serie di workshop organizzati dalla Camera di Commercio Molise, nell’ambito del progetto “Arsdigitalia” per la digitalizzazione delle imprese molisane. Anche noi del Caseificio Di Pasquo abbiamo partecipato ai cinque laboratori tenuti da Gilda Falcone, esperta di digitalizzazione selezionata da Google.

Ars_Digitalia_Molise_logoPensare di fare marketing al di fuori di internet, anche solo per il negozio di alimentari all’angolo del vostro paesino, ormai è inconcepibile. Il web non è solo utile, è fondamentale per chiunque avesse un’attività commerciale, di servizi o consulenza.

A spiegarlo ad una ricca e variegata platea, Gilda Falcone, Digital Strategist per Unioncamere e Google, che ha guidato i partecipanti attraverso un percorso che ha toccato tematiche come la web reputation, il social media marketing, e-mail e content marketing per poi concludere con un seminario sul web analytics.

La sala convegni della Camera di Commercio di Isernia così è diventata un’aula in cui ci siamo confrontati non solo con altri colleghi e imprenditori dell’area bensì uno spazio in cui ci siamo ritrovati a creare, ideare e pianificare campagne per la promozione di tante realtà che tengono ancora in vita il territorio.

Gilda, nell’ultima lezione, l’8 maggio scorso, ha quindi concluso questo breve ma intenso percorso formativo con una slide in cui lodava gli “imprenditori coraggiosi”, intenzionati a
cimentarsi anche in questa nuova sfida: il web.

Proprio da questa ultima diapositiva è scaturita una riflessione che vi riportiamo qui di seguito: Ci vuole sicuramente coraggio a sfidare un mercato sempre più instabile, che chiede prodotti di qualità ad un costo irrisorio. Ci vuole coraggio a fare i conti con un sistema fiscale che prevede una tassazione sempre più elevata. Ci vuole coraggio a continuare ad investire soprattutto in momenti di crisi. Ci vuole coraggio a farlo in Molise, dove l’assetto viario complica gli scambi commerciali e Ars-Digitalia-workshop-camera-commercio-Iserniaci vuole estremo coraggio a farlo in Alto Molise. Ci vuole coraggio ad accettare che l’online è il futuro e mettersi a studiare come cavalcare questo cavallo pazzo. Infine ci vuole coraggio a cercare di promuovere un brand e il territorio in cui si trova ad operare.

Sì, forse Gilda ha ragione: gli imprenditori sono coraggiosi. Ma, chiediamocelo, non è di audacia che il Molise ha bisogno?
Per troppo tempo siamo stati una regione oscurata, quasi inesistente. La nostra è stata una popolazione che ha quasi scordato le sue origini, che ha accettato passivamente cosa stesse accadendo. Bene, è di forza che abbiamo bisogno, di fermezza e decisione. Internet è un toro da prendere per le corna. Per aziende, negozi e per il nostro territorio.

Arsdigitalia  per noi è stato solo l’inizio e ci auguriamo che ciò valga anche per i nostri compagni d’avventura.

Internet: il mezzo che porta il lavoro in Molise

«Il lavoro c’è ma è nel mondo». È stata questa la citazione di apertura al workshop formativo in digital marketing, organizzato dalla Camera di Commercio Molise, al quale abbiamo preso parte nei giorni scorsi. Una frase dalla quale abbiamo scritto una riflessione che sentiamo di condividere con voi.

Ars Digitalia MoliseMercoledì 8 marzo ha preso il via il ciclo di workshop in digital marketing organizzato dalla Camera di Commercio del Molise nell’ambito di #Arsdigitalia. Una serie di appuntamenti pensati per mostrare alle aziende il percorso più agevole per promuovere il proprio marchio, generare contatti e trovare nuovi clienti.

In cattedra, la giovane Gilda Falconi, formatrice di origini molisane che nell’introdurre i partecipanti alla prima sessione ha raccontato: «Qualche giorno fa mi trovavo a Cassino per un evento e, ad un certo punto, uno degli speaker, l’ingegner Tozzi, ha esclamato: “Il lavoro c’è ma è nel mondo!” Un ‘affermazione – ha continuato la donna, che ci fa capire che questa regola è valida anche in Molise».

Un discorso semplice e chiaro che ha confermato la nostra teoria: fare impresa in Molise è possibile. E, forse, possiamo considerarlo addirittura vantaggioso. Non solo in una regione come la nostra possiamo godere di aria salubre, vivere tranquillamente senza stress come il traffico o affrontare paure dovute al tasso di criminalità, bensì possiamo approfittare del costo della vita – che è certamente più basso in confronto a quello delle grandi città.

Premiazione Lorenzo Di Pasquo - copertinaNella sala conferenze della Camera di Commercio di Isernia, sentendo quella frase, non abbiamo potuto evitare di ripensare all’appello di Lorenzo Di Pasquo, che a marzo 2015, invitava i giovani ad osare, provando a fare impresa. Perché oggi essere produttori – tanto per fare un esempio – non è più come una volta. Ci si può avvicinare alla terra con occhi diversi, con cultura. Oggi possiamo essere imprenditori agricoli. Nel 2017, avviare un’azienda che offra servizi o uno studio professionale non significa doversi trasferire necessariamente in una metropoli. Possiamo reperire contatti online e fare affari pur restando nella splendida piazza del paese, come hanno deciso di fare Danilo e Salvatore. Naturalmente sono due i presupposti che dobbiamo mettere in conto: l’infrastruttura tecnologica e la forza di volontà.

Non è un mistero che l’entroterra italiano abbia ancora notevoli problemi di connettività, un digital divide che ci penalizza e al quale sono le istituzioni a dover porre rimedio, aiutate anche dalla comunità che non dovrebbe mai smettere di ricordare il problema. Infine, è chiaro, c’è bisogno di dedizione al lavoro e al sacrificio ma ne saremo ripagati.

Insomma: possiamo rialzarci, dobbiamo rialzarci. Anche approfittando di internet.